Pubblicato il

La manutenzione e ispezione degli equipaggiamenti ANTICADUTA

Ispezione: marcatura, scadenza dei dpi e istruzioni

Due sono gli elementi basilari e fondamentali da verificare prima dell’uso e prima delle ispezioni più accurate che spiegheremo nel seguito.

MARCATURA

Innanzitutto occorre precisare che la prima e fondamentale verifica da effettuare è la presenza della marcatura “CE”, sia in termini di presenza sia di leggibilità.

A tal proposito la norma UNI 365 riporta quanto segue

La MARCATURA nella UNI EN 365:2005
Ciascun articolo di DPI o altro equipaggiamento deve essere marcato in modo chiaro, indelebile e permanente dal fabbricante nella lingua ufficiale del Paese di destinazione, mediante qualsiasi metodo idoneo non avente un effetto nocivo sui materiali così marcati e deve comprendere almeno:
a) mezzo di identificazione, per esempio nome del fabbricante, nome del fornitore o marchio commerciale;
b) lotto di produzione o numero di serie del fabbricante o altro mezzo di rintracciabilità;
c) modello e tipo/identificazione; d) numero e anno del documento a cui l’equipaggiamento è conforme;
e) pittogramma o altro metodo per indicare la necessità per gli utilizzatori di leggere le istruzioni per l’uso.
I caratteri delle marcature devono essere leggibili e inequivocabili.

DURATA DPI

Ogni DPI anticaduta ha una durata massima, che è stabilita dal costruttore.
La data di scadenza è valida solo “se i DPI sono utilizzati e conservati correttamente“ come indicato sui libretti di uso e manutenzione.
Indicativamente la durata dei DPI anticaduta è:

  • 6 anni per i prodotti tessili
  • 8 anni per i metallici

calcolati a partire dalla data di produzione riportata sulle etichette di ogni singolo prodotto.

ISTRUZIONI PER L’ISPEZIONE

L’attività di ispezione degli equipaggiamenti, data l’importanza dell’operazione, deve essere condotta secondo istruzioni dettagliate e precise, che forniscano al personale una serie di indicazioni pratiche utili a compierla efficacemente.

In linea di massima tali istruzioni (e correlate check list che supportino l’ispettore al fine di non dimenticare i passaggi) sono già  contenute nella “nota del fabbricante”. Nel box si riportano le prescrizioni di carattere generale contenute nella norma UNI 365.

Le istruzioni per l'ispezione della UNI EN 365:2005
Istruzioni per le ispezioni periodiche
Le istruzioni per l’ispezione periodica devono comprendere:
a) avvertenza per sottolineare la necessità di ispezioni periodiche regolari e il fatto che la sicurezza degli utilizzatori dipende dalla continua efficienza e durabilità dell’equipaggiamento;
b) raccomandazione relativamente alla frequenza delle ispezioni periodiche, prendendo in considerazione fattori quali legislazione, tipo di equipaggiamento, frequenza di utilizzo e condizioni ambientali. La raccomandazione deve comprendere una dichiarazione che specifichi che la frequenza delle ispezioni periodiche deve essere almeno ogni 12 mesi;
c) avvertenza per sottolineare che è necessario che le ispezioni periodiche siano eseguite unicamente da una persona competente e nel severo rispetto delle procedure di ispezione periodica del fabbricante;
d) dove ritenuto necessario dal fabbricante, per esempio a causa della complessità o dell’innovazione dell’equipaggiamento o dove la competenza sulla sicurezza è fondamentale relativamente a smantellamento, riassemblaggio o valutazione dell’equipaggiamento (per esempio anticaduta di tipo retrattile), un’istruzione specificante che le ispezioni periodiche devono essere eseguite solo dal fabbricante o da una persona o organizzazione autorizzata dal fabbricante;
e) requisito di controllo della leggibilità delle marcature del prodotto.
Ispezione periodica
I fabbricanti devono fornire tutte le informazioni e tutti gli equipaggiamenti necessari, per esempio istruzioni, liste di controllo, elenchi dei ricambi e attrezzi speciali, ecc., per consentire l’esecuzione delle ispezioni periodiche da parte di una persona competente. Nota I fabbricanti possono addestrare le persone per renderle competenti o per aggiornare le loro competenze durante l’ispezione periodica di DPI o altro equipaggiamento o prendere accordi affinché tale opera di formazione sia resa disponibile da organizzazioni o persone autorizzate.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

venti − 14 =