Pubblicato il

Arco elettrico nei lavori sotto tensione – Indumenti di protezione certificati CEI EN 61482

CEI EN 61482-1-1:2010 (IEC 61482-1-1:2009)

Lavori sotto tensione – Indumenti protettivi contro l’effetto termico dell’arco elettrico. Parte 1-1: Metodi di prova – Metodo 1 – Determinazione della caratteristica d’arco (ATPV o EBT50) di materiali resistenti alla fiamma per vestiario.

Questa parte specifica i metodi di prova per misurare il valore della caratteristica di tenuta all’arco termico dei materiali destinati all’uso per vestiario resistente al calore ed alla fiamma, per i lavoratori esposti agli archi elettrici, nonché il ruolo del vestiario confezionato con detti materiali.

Lo scopo è di riportare i metodi di prova che evidenzino i materiali rispondenti a determinati requisiti.

Il metodo proposto (detto anche “metodo americano” o “dell’arco aperto”) è condotto in apparecchiature di questo tipo.

previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

Si prefigge di valutare il valore del

ATPV (“Arc Thermal Performance Value”, misurato in cal/cm2)

inteso come limite di energia termica (convettiva e radiante) che il tessuto può sopportare prima che l’utilizzatore subisca ustioni di secondo grado (più è alto il valore di ATPV maggiore è la protezione agli effetti termici offerta dal tessuto).

Un’altra caratteristica del tessuto determinata è l’energia limite di rottura (o EBT),

che misura la massima esposizione all’energia incidente che un indumento può sostenere senza rompersi: infatti la formazione di fori nel tessuto, causata da queste rotture, consentirebbe il passaggio di calore o fiamme.

La resistenza all’arco di un tessuto equivale al suo ATPV o EBT (nei casi in cui l’EBT sia inferiore all’ATPV o l’ATPV sia impossibile da determinare).
La classificazione dei rischi e delle performance degli indumenti protettivi conformemente ai valori ATPV è contenuta nella norma NFPA 70E.

Caratteristiche del tessuto e ATPV

L’ATPV, in generale, si incrementa con il peso (la grammatura) dei tessuti protettivi.

Inoltre il livello di protezione termica fornito da due strati di tessuto leggero è molto superiore rispetto a quello di un singolo strato pesante e superiore alla somma dei due strati presi singolarmente, grazie allo strato isolante di aria tra i tessuti.

Linee guida per la scelta dell’abbigliamento protettivo dal rischio di arco elettrico – Du Pont
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 − 8 =