Posted on Lascia un commento

LA CULTURA DELLA SICUREZZA 2018: IL BANDO AIFOS

bando aifos cultura della sicurezza

E’ appena uscito il nuovo bando AIFOS 2018 per promuovere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro.

La Fondazione AiFOS , fondata dalla

  • società cooperativa Aifos Service (servizi alle imprese nel campo della tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro), e da
  • AiFOS (Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro)

ha come mission il sostegno sociale e la sensibilizzazione nel settore della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro. Questo promuovendo la cultura della prevenzione, nei settori dell’istruzione e della formazione, con particolare attenzione allo sviluppo ed all’uso di buone prassi.

Recentemente ha lanciato un nuovo bando annuale, il Bando per la cultura della Sicurezza 2018.

SCOPO DEL BANDO

Lo scopo del bando è quello di fornire supporto economico alla realizzazione di progetti a scopo sociale, culturale, sportivo, educativo, di prevenzione diretti a giovani e adulti, con un particolare focus sul terzo settore, sulla protezione civile e sulle istituzioni scolastiche, universitarie e di ricerca.

RISORSE DISPONIBILI

La Fondazione sostiene la realizzazione dei progetti con le risorse messe a disposizione per un importo massimo complessivo di € 40.000,00.
L’importo totale del progetto o di fase del progetto per cui viene richiesto il finanziamento, non deve essere inferiore a € 1.000,00 e non può superare €5.000,00.

Il contributo erogato dalla Fondazione non potrà superare il 50% dell’importo del progetto medesimo o di fase dello stesso, fino ad un massimo di € 2.500,00.
La parte restante del costo del progetto deve essere finanziata con disponibilità proprie dell’organizzazione richiedente.

Il contributo della Fondazione sarà liquidato a conclusione del progetto a seguito della presentazione di apposito modello di rendicontazione (disponibile nel bando).

DESTINATARI

I destinatari di questo nuovo bando sono le organizzazioni del terzo settore. Tra le quali Fondazioni, ONLUS, associazioni di volontariato, cooperative sociali, associazioni di volontariato di protezione civile, associazioni di promozione sociale, sportive dilettantistiche, di consumatori, società di mutuo soccorso, organizzazioni non governative (ONG), imprese sociali, Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza, enti di patronato, enti confessionali ed istituzioni scolastiche.

OBIETTIVI DEI PROGETTI FINANZIABILI

I progetti finanziabili devono riguardare interventi promossi da enti del terzo settore o da istituzioni scolastiche, orientati alla promozione della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro, anche tra le comunità giovanili.
I suddetti progetti dovranno essere diretti a:

  • Accrescere la cultura dei giovani e degli adulti nell’ ambito della salute e sicurezza nei luoghi di vita e lavoro, attraverso progetti formativi ed informativi (esclusi quelli obbligatori ai sensi di legge)
  • Migliorare le condizioni di salute e sicurezza con interventi di miglioramento degli ambienti di vita e lavoro, mediante l’implementazione delle strutture, dei sistemi, delle procedure di salute e sicurezza e di benessere, introduzione di nuovi materiali o strumentazioni volti al perfezionamento delle condizioni lavorative.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di contributo devono essere presentate entro le ore 12.00 del 31/12/2017, salvo eventuali proroghe, mediante il formulario del bando inviato, debitamente compilato, a [email protected].
La Fondazione pubblicherà sul proprio sito l’elenco dei progetti approvati e beneficiari del contributo entro il 31/01/2018. 
in seguito, gli enti beneficiari dovranno accettare il finanziamento, inviando conferma a mezzo e-mail entro una settimana dalla comunicazione di assegnazione del contributo.

AVVIAMENTO DEI PROGETTI

I progetti dovranno essere avviati non prima della comunicazione di accettazione della domanda di contributo ed essere realizzati entro sei mesi dalla data di comunicazione dell’assegnazione del contributo.

ESCLUSIONI

Non saranno accolti:

  • progetti già eseguiti o in corso di realizzazione;
  • progetti la cui copertura finanziaria sia già interamente garantita da contributi pubblici o di qualsiasi altra natura;
  • spese riguardanti la copertura dei costi ordinari di gestione dell’ente o di debiti e spese pregressi alla data di presentazione del progetto;
  • interventi generici non finalizzati agli obiettivi del presente bando;
  • progetti presentati da soggetti che non rientrino tra quelli ammissibili;
  • domande di contributo incomplete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sedici + 7 =